CRAUTI TRENTINI E COSTINE DI MAIALE

I crauti sono quel particolare cavolo che sembra cotto ma non lo è, sembra che sia condito con aceto ma non lo è.... In realtà i gustosissimi crauti derivano direttamente dal cavolo, mediante un processo combinato di fermentazione e salagione che si perde nella notte dei tempi, e rappresentano ancora oggi un tipico, ricco e saporito contorno della tradizione trentina: preparati con pancetta affumicata, cipolla e aromi, possono accompagnare wurstel, canederli, gnocchi di patate fritti, e molte altre pietanze.
INGREDIENTI PER 6 PERSONE
  • 8/10 costine di maiale fresco
  • 1 kg di Crauti della Val di Gresta
  • una cipolla
  • aglio
  • alloro
  • bacche di ginepro
  • sale
  • pepe in grani
  • olio extravergine di oliva Garda Trentino DOP
Preparazione
La preparazione richiede pazienza in quanto le costine fresche di maiale prima di essere cucinate vanno marinate per un paio di giorni: basta cospargerle di sale, pepe, massaggiarle con cura, rotolandole nel sale con le spezie stesse. Trascorsi i due giorni di marinatura, prendere un tegame e rosolare, con un cucchiaio di olio extravergine di oliva Garda Trentino DOP, uno spicchio d’aglio e una piccola cipolla tritata.

Porre nel soffritto prima i crauti, un paio di foglie di alloro e poi disponete allineate le costine salmistrate; coprite il tutto con acqua e sobbollire per almeno un’ora e mezza, mescolando di tanto in tanto.

Servire. 

ALTRE PROPOSTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI
CANNOLI DI SALMERINO IN PANCETTA E FONDUTA DI SPRESSA
LEGGI LA RICETTA
HAMBURGER DI TROTA IN CROSTA SFOGLIATA
LEGGI LA RICETTA
PIZZA BIANCA CON RADICCHIO E SCAGLIE DI TRENTINGRANA
LEGGI LA RICETTA
unchecked checked